• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Giovedì 18 Apr 2024
You are here: Home Opere Vivi come sogno nel sonno dei miei occhi Piedad Bonnett: 'Ritorno alla poesia'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Piedad Bonnett: 'Ritorno alla poesia'

Stampa PDF

Piedad Bonnett

Ritorno alla poesia



Ancora una volta torno da te.
Arrivo stanca, del tutto sola.
Porto la mia borsa piena di pena, traboccante
di pena infinita,
di dolore.
Vengo dai deserti con le labbra bruciate
e lo sguardo accecato
dal vento sferzante e dalla sabbia dura.
Fervendo di sete,
vengo a bere dalle tue profonde sorgenti,
a sprofondare tra le tue braccia,
braccia profonde di madre, e nel tuo petto
di amante, misterioso,
dove batte il tuo cuore come un enigma.
Adesso
che riposo al bordo della strada,
ti vedo apparire in ogni cosa:
nell'umile carro
in cui più verde è il verde dei cavoli,
e nell'azzurro in cui esplode il pomeriggio.
Umile torno da te con l'anima nuda
a cercare il riflesso del mio volto,
il mio vero volto
tra le tue acque.


("Vuelta a la poesía", da 'De Círculo y Ceniza', 1989)


[ FONTE ]


Piedad Bonnett (Amalfi, 1951)


[ CLICCA QUI PER LEGGERE ALCUNE CITAZIONI DI PIEDAD BONNETT ]

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information