• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Domenica 21 Lug 2024
You are here: Home Musica (Testi & Video) Hikmet, Nâzim Nâzim Hikmet: 'Ciò che ho scritto di noi'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Nâzim Hikmet: 'Ciò che ho scritto di noi'

Stampa PDF

Nâzim Hikmet

Ciò che ho scritto di noi



Ciò che ho scritto di noi è tutta una bugia

è la mia nostalgia
cresciuta sul ramo inaccessibile

è la mia sete
tirata su dal pozzo dei miei sogni

è il disegno
tracciato su un raggio di sole
ciò che ho scritto di noi è tutta verità

è la tua grazia
cesta colma di frutti rovesciata sull'erba

è la tua assenza
quando divento l'ultima luce all'ultimo angolo della via

è la mia gelosia
quando corro di notte fra i treni con gli occhi bendati

è la mia felicità
fiume soleggiato che irrompe sulle dighe
ciò che ho scritto di noi è tutta una bugia

ciò che ho scritto di noi è tutta verità.


Nâzım Hikmet, in italiano spesso scritto Nazim Hikmet, all'anagrafe Nâzım Hikmet Ran (Salonicco, 15 gennaio 1902 – Mosca, 3 giugno 1963)

[ Poeta, drammaturgo e scrittore turco naturalizzato polacco. Definito "comunista romantico" o "rivoluzionario romantico", è considerato uno dei più importanti poeti turchi dell'epoca moderna. Considerato sovversivo dal regime, scontò 17 anni di carcere prima dell'esilio nei paesi dell'est europeo. ]


Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information