• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Mercoledì 19 Giu 2024
You are here: Home Opere Da qui si passa per amore della quintessenza Pagoda: 'Death To Birth'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Pagoda: 'Death To Birth'

Stampa PDF
Pagoda

Death To Birth


From rape
To right in.
To real, to live.
Should i lie down or stand up
And walk around again?
My eyes finally wide open up.
My eyes finally wide open shut.
To find the fount of sound
That hears the touch of my tears.
Smells the taste of all we waste
Could feed the others.
But we smother each other
With the nectar and pucker the sour
Sugar sweet weather, blows through our trees, swims through our seas,
Flies to the last gasp we left on this earth, oh ohh

It's a long lonely journey from death to birth
It's a long lonely journey from death to...
It's a long lonely journey from death to birth
Oh, it's a long lonely journey from death to...birth

Should i die again? should i die around?
Pounds of matter wailing to space
I know i'll never know until i come face to face
With my own cold dead face
Oh, with my own wooden case.
You are with me, with me, ooh, ohh, hmm
I'm mourning you ooh, ooh, ohh, hmm

It's a long lonely journey from death to birth
It's a long lonely journey from death to birth
It's a long lonely journey from death to birth
It's a long lonely journey from death to...birth


***

Dalla Morte Alla Nascita


Da maturo a marcio,
troppo reale per vivere, dovrei giacere, alzarmi
o fare un giro di nuovo?
I miei occhi finalmente si spalancano
i miei occhi finalmente si chiudono.
Ho finalmente trovato il suono
che sente il tocco delle mie lacrime
odora un gusto di tutto ciò che abbiamo sprecato
potrebbe alimentare gli altri,
ma noi soffochiamo l'un l'altro col nettare.
E corruga il tempo
agrodolce e acido.
Soffia attraverso i nostri alberi, nuota attraverso
i nostri mari
mosche attraverso l'ultima benzina che abbiamo lasciato
su questa terra.
E' un viaggio solitario e lungo dalla morte alla nascita.
Dovrei morire di nuovo? Non lo saprò mai
finché non verrò faccia a
faccia con il mio volto freddo
con la mia cassa di legno.
Tu sei con
me, adorabile,
pronto per il lungo viaggio dalla morte alla nascita.



(Album: 'Pagoda', 2007, dei Pagoda)

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information