• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Sabato 13 Lug 2024
You are here: Home Raccolte Poetiche Tracks | Appunti di Viaggio Gutierre de Cetina: 'Occhi chiari, sereni'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Gutierre de Cetina: 'Occhi chiari, sereni'

Stampa PDF

Gutierre de Cetina

Occhi chiari, sereni



Occhi chiari, sereni,
se da un dolce sguardo siete lodati,
perché se mi guardate, mi guardate adirati?
Se quanto più amorosi
più belli sembrate a chi vi ammira,
non mi guardate con ira
per non sembrare meno fascinosi.
Oh, tormenti furiosi!
Occhi chiari, sereni,
se così mi guardate, guardatemi almeno!


***

Ojos claros, serenos


Ojos claros, serenos,
si de un dulce mirar sois alabados,
¿por qué, si me miráis, miráis airados?
Si cuanto más piadosos,
más bellos parecéis a aquel que os mira,
no me miréis con ira,
porque no parezcáis menos hermosos.
¡Ay tormentos rabiosos!
Ojos claros, serenos,
ya que así me miráis, miradme al menos.


(da 'Opere', 1895)


[ FONTE ]


Gutierre de Cetina (Siviglia, 1520 – Puebla de Los Angeles, Messico, 1557)

[ Poeta spagnolo del Rinascimento. Soldato con Carlo V in Italia e Germania, approdò nei territori della Nuova Spagna, morendo in duello in Messico. Appartenente alla scuola italiana iniziata da Juan Boscán, si dedicò a versi petrarchisti il cui soggetto principale è l'amore. ]

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information