• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Giovedì 25 Lug 2024
You are here: Home Poesie d'Autore Szymborska, Wisława Wisława Szymborska: 'Foramine'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Wisława Szymborska: 'Foramine'

Stampa PDF

Wisława Szymborska

Foramine



Be', metti, per esempio, le foramine.
Vivevano qui, perché c'erano, e viceversa.
Come potevano, visto che potevano e in che modo.
Al plurale, perché al plurale,
anche se ciascuna separatamente,
nel proprio, perché nel proprio
guscio di calcare.
A strati, poiché a strati,
il tempo poi le riassumeva,
senza entrare nei dettagli,
perché nei dettagli c'è pietà.
Ed ecco davanti a me
due viste in una:
necropoli penosa
degli eterni riposi,
ossia
incantevoli rocce bianche, emerse dal mare,
dal mare azzurro,
rocce, che sono qui, poiché ci sono.


(da 'Qui', Scheiwiller, 2009 - Traduzione di Pietro Marchesani)


[ FONTE ]


Wisława Szymborska (Kórnik, 2 luglio 1923 – Cracovia, 1 febbraio 2012)

[ Poetessa e saggista polacca, insignita del Premio Nobel per la Letteratura nel 1996 "per una poesia che, con ironica precisione, permette al contesto storico e biologico di venire alla luce in frammenti d'umana realtà". ]


[ Premio Nobel 1996 ]


[ CLICCA QUI PER LEGGERE ALCUNE CITAZIONI DI WISŁAWA SZYMBORSKA ]

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information