Diego Valeri: 'Il rosso fulgore di quel tetto'

Stampa

Diego Valeri

Il rosso fulgore di quel tetto



Il rosso fulgore di quel tetto
sotto la distesa del pallido azzurro:
è la meraviglia di tutti i mattini di sole,
e i miei occhi possono ancora vederla.
Chi ringraziare di questo dono
se neppure mia madre, che mi fece,
ci pensava, sapeva nulla di me?
Dirò dunque grazie al Signore -
e sia quel che sia -.


(da 'Calle del vento', Mondadori, 1975)


[ FONTE ]


Diego Valeri (Piove di Sacco, 25 gennaio 1887 – Roma, 27 novembre 1976)

[ Poeta, traduttore e accademico italiano, fu ordinario di Letteratura Francese all'Università di Padova per oltre vent'anni, tranne nel periodo 1943-1945 quando riparò in Svizzera come rifugiato politico. ]

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information