Claudio Malune: 'L'ottavo Sacramento'

Stampa

L'ottavo Sacramento



Ti amo.

Immancabilmente,

con tremolio di pensieri,

buffamente.

Morendo si amplificherebbe,

lentamente svanendo

avrebbe torto o ragione,

voglia o rassegnazione,

ma spolpato dalle dovute insicurezze

avrebbe più verità la sua

indolenza sognante.

Vorrei che il concetto scivolasse

ben oltre la bocca del tuo orecchio,

filtrasse la ragione

per un auspicio di abbandono

e veloce

-nel telo saturo di indecisioni-

ti saziasse anima e coscienza,

inghiottito dal cuore.

Ti amo.



(Claudio Malune)




Giovanna Lei, foto abbinata alla poesia 'L'ottavo Sacramento'

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information