• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Giovedì 23 Set 2021
You are here: Home Poesie d'Autore Bishop, Elizabeth Elizabeth Bishop: 'Insonnia'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Elizabeth Bishop: 'Insonnia'

Stampa PDF

Elizabeth Bishop

Insonnia



La luna nello specchio del comò
guarda milioni di miglia lontano
(e forse con orgoglio, a se stessa,
ma non sorride, non sorride mai)
via lontano lontano oltre il sonno,
o forse è una che dorme di giorno.
Se l'Universo volesse abbandonarla,
lei gli direbbe di andare all'inferno,
e troverebbe una distesa d'acqua
o uno specchio, sul quale indugiare.
Tu dunque metti gli affanni in un sacco
di ragnatele e gettalo nel pozzo
nel mondo alla rovescia dove
la sinistra è sempre la destra,
dove le ombre in realtà sono corpi,
dove restiamo tutta notte svegli,
dove il cielo ha tanto poco spessore
quanto è profondo il mare e tu mi ami d'amore.


(da 'Una fredda primavera', 1956)


[ FONTE ]


Elizabeth Bishop (Worcester, Massachusetts, 8 febbraio 1911 – Boston, Massachusetts, 6 ottobre 1979)

[ Poetessa statunitense. Considerata tra i più importanti poeti americani del ventesimo secolo, vinse il Premio Pulitzer 1956 e il National Book Award 1970. Le sue poesie trattano del senso di appartenenza nel mondo e delle esperienze umane di pena e desiderio. ]


[ Premio Pulitzer 1956 ]


[ CLICCA QUI PER LEGGERE ALCUNE CITAZIONI DI ELIZABETH BISHOP ]

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information