• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Martedì 19 Ott 2021
You are here: Home Poesie d'Autore de Lucas, Joaquín Benito Joaquín Benito de Lucas: 'Il furto'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Joaquín Benito de Lucas: 'Il furto'

Stampa PDF

Joaquín Benito de Lucas

Il furto



Tornammo a casa tardi,
all'ora di cena, e non c'era nessuno
e niente in cucina. Non sapevamo
che fare di tanta assenza.
Mio fratello che era pratico,
soprattutto nelle cose materiali,
- e dire che aveva solo diciotto
mesi più di me - mi disse: Aspetta.
So dove andare; vieni con me.
Lasciammo la città, andammo in campagna,
dove la terra dà i suoi frutti migliori.
Tornati a casa,
nostra madre aspettava
seduta e silenziosa, alla tavola deserta.
E con le unghie sporche di terra le offrimmo
come un dono i prodotti della piana del Tago
Da dove vengono? disse rattristata.
Erano gli anni solo della cenere.


(da 'Lo sguardo innocente', 2003)


[ FONTE ]


Joaquín Benito de Lucas (Talavera de la Reina, 1934 – Madrid, 18 maggio 2021)

[ Poeta spagnolo. Laureatosi in Lettere e Filosofia, viaggiò nei paesi arabi prima di diventare docente universitario a Madrid e Berlino. La sua è poesia di memoria che cerca di strappare all'oblio persone, luoghi ed eventi. ]

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information