• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Lunedì 25 Ott 2021
You are here: Home Poesie d'Autore Anghelaki-Rooke, Katerina Katerina Anghelaki-Rooke: 'Ghiannusa e una poesia'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Katerina Anghelaki-Rooke: 'Ghiannusa e una poesia'

Stampa PDF

Katerina Anghelaki-Rooke

Ghiannusa e una poesia



Quando m'innamoravo, tutto fioriva.

Il sole, fiore bianco e remoto,
odore di freddo.
Ghiannusa inizia una poesia.
la vede allungarsi come il mastice
che masticavamo da piccole,
la vede allontanarsi, uscire dalla finestra
e perdersi nelle pieghe azzurre del cielo.
di cosa parlava la poesia?
Ha dimenticato. Forse registrava un ricordo
smarrito anch'esso nella pieghe della mente.
Perché gli uomini scrivono poesie?
Per averle quando la natura spegne loro la luce.


(da 'Poesia', n° 357, Marzo 2020 - Traduzione di Nicola Crocetti)


[ FONTE ]


Katerina Anghelaki-Rooke (in greco: Κατερίνα Αγγελάκη-Ρουκ) (Atene, 22 febbraio 1939 – Atene, 21 gennaio 2020)

[ Poetessa e traduttrice greca. Le sue poesie, con una costante meditazione sulla morte, trattano la relazione tra l'essere umano e la natura, la ricerca esistenziale femminile, l'esperienza di essere donna in una società tradizionale, con un linguaggio semplice e colloquiale. ]

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information