• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Sabato 28 Nov 2020
You are here: Home Poesie d'Autore Tuñón, Raúl González Raúl González Tuñón: 'E il futuro che nasce nudo come un bimbo'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Raúl González Tuñón: 'E il futuro che nasce nudo come un bimbo'

Stampa PDF

Raúl González Tuñón

E il futuro che nasce nudo come un bimbo



Il bimbo nasce nudo e senza un soldo.
Il futuro è un bimbo nudo.
Verranno poi gli anni, le leggi, i pregiudizi, l'affitto,
i primi ministri, e tutto si complica.
Verranno quelli che si oppongono a che la storia cresca,
le bussole si agitino e gli orologi si appassionino,
e ci saranno quelli seduti sopra un sasso
("Non ragioniam di lor, ma guarda e passa".)
Mosè lo deposero in una cesta, sul fiume
e ci fu un bambino soprannominato Fortunato in California.
Il futuro era in loro, nudo e senza vergogna.


(da 'La rotta delle isole perdute', 1969)


[ FONTE ]


Raúl González Tuñón (Buenos Aires, 29 marzo 1905 – Buenos Aires, 14 agosto 1974)

[ Poeta e scrittore argentino. Giornalista per "Critica", era noto per il suo attivismo sociale e per le sue idee socialiste. Amico di Pablo Neruda, era soprannominato "il pulcino d'Argentina". ]

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information