• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Sabato 16 Ott 2021
You are here: Home Poesie d'Autore Tjutčev, Fëdor Fëdor Tjutčev: 'Primo autunno'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Fëdor Tjutčev: 'Primo autunno'

Stampa PDF

Fëdor Tjutčev

Primo autunno



Si dà di primo autunno un tempo
meraviglioso e breve:
il giorno è come di cristallo
e luminose son le sere...

Dove passò la forte falce e cadde
la spiga, è tutto vuoto ora ed aperto:
solo del ragno tenue filo
scintilla nell'aperto solco.
L'aria è deserta, uccello più non s'ode,
ma son lontane ancora le bufere infernali
e il puro e caldo azzurro si rovescia
sulla campagna che riposa.


(da 'Poesie', Adelphi, 2011 - Traduzione di Tommaso Landolfi)


[ FONTE ]


Fëdor Ivanovič Tjutčev, o Fyodor Ivanovich Tyutchev (in russo: Фёдор Иванович Тютчев) (Ovstug, 5 dicembre 1803 – Carskoe Selo, 27 luglio 1873)

[ Poeta e scrittore russo. Fu diplomatico per 22 anni, anche a Torino e a Monaco dove conobbe Heinrich Heine e Friedrich Schelling. Non si curò dei propri versi, che furono scoperti dai simbolisti russi a inizio Novecento. ]

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information