• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Lunedì 25 Ott 2021
You are here: Home Poesie d'Autore Akın, Sunay Sunay Akın: 'Abbandono'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Sunay Akın: 'Abbandono'

Stampa PDF

Sunay Akın

Abbandono



Apposta quando mi hai piantato
non hai preso
il segno che ha lasciato
la tua testa
sul cuscino?

Eppure
nel nostro amore confidavo
quanto nell'orologio
al molo dei battelli,
o alla stazione dei treni.

E come te,
anche mia madre mi aveva abbandonato
e mi sta nell'ombelico
il segno,
lasciato
dalla sua mancanza.


(da 'AntiQuori', Fermenti 2005 – Traduzione di Laura Rotta e Giampiero Bellingeri)


[ FONTE ]


Sunay Akın (Trebisonda, 12 settembre 1962)

[ Poeta, scrittore, conduttore televisivo, giornalista e filantropo turco. È il fondatore del "Museo Del Giocattolo" di Istanbul. Il suo stile è influenzato principalmente da Orhan Veli Kanık e Cemal Süreya. Le sue poesie sono generalmente liriche brevi e di tono delicato. ]

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information