• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Giovedì 02 Dic 2021
You are here: Home Opere La Verla mi sedusse corteggiandomi nel... Luz Méndez de la Vega: 'Essere o avere'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Luz Méndez de la Vega: 'Essere o avere'

Stampa PDF

Luz Méndez de la Vega

Essere o avere



Penso.
Respiro.
Mi muovo
Mangio.
E dormo.
Faccio l'amore
(leggasi fornico).
Insulto.
Sorrido.
Talvolta piango
o sospiro.

Guido la mia auto.
Scendo e salgo
in ascensore dal mio piano.
Lavoro.
Il postino mi consegna
la posta
con il mio nome e cognome
Firmo assegni.
Mi compro i pantaloni
o un vestito.
Vado al cinema o a teatro.
Ballo e rido

Tengo conferenze.
Scrivo.
Ogni tanto
appare la mia fotografia
sulle pagine dei giornali.
Parlo e mi rispondono
Mi insultano
Mi trattano persino con rispetto
E mi aggiungono
un titolo universitario
o artistico.

Ma io,
Sono io?
O ho soltanto
questo nome e cognome
e questo corpo
che giorno dopo giorno
faccio uscire dal letto
alle otto in punto —
lavo,
profumo,
curo
e alimento...


(da 'Eva senza Dio', 1979)


[ FONTE ]


Luz Méndez de la Vega (Retalhuleu, 2 settembre 1919 - Città del Guatemala, 8 marzo 2012)

[ Poetessa, scrittrice, giornalista e attrice guatemalteca. Come docente di Letteratura si occupò di recuperare le opere delle scrittrici guatemalteche. ]

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information