• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Sabato 21 Set 2019
You are here: Home Poesie d'Autore Valeri, Diego Diego Valeri: 'Estate'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Diego Valeri: 'Estate'

Stampa PDF

Diego Valeri

Estate



Un fresco sussurrio d'acque correnti:
è il pero che stormisce sul mio capo,
tocco appena da un alito di vento.
Levo lo sguardo dalla bianca pagina
su cui da' rami piovono fuggevoli
occhiatine di sole abbarbaglianti.
Intorno a me non è che un dondolio
lungo di steli dalla grossa testa
e uno svolio di vespe e di mosconi.

Null'altro vedo dal mio letto d'erba,
se non, in cima al colle, un filaretto
d'azzurri ulivi, dentro il cielo candido.
Ma sento, sento che un'immensa gioia
e un'infinita pace è in ogni cosa,
che in ogni fibra e in ogni infinitesimo
atomo vivo è penetrata e regna
la tua felicità, divina Estate...


(da 'Umana', Taddei, 1916)


[ FONTE ]


Diego Valeri (Piove di Sacco, 25 gennaio 1887 – Roma, 27 novembre 1976)

[ Poeta, traduttore e accademico italiano, fu ordinario di Letteratura Francese all'Università di Padova per oltre vent'anni, tranne nel periodo 1943-1945 quando riparò in Svizzera come rifugiato politico. ]

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information