• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Giovedì 08 Dic 2022
You are here: Home Poesie d'Autore Lagerkvist, Pär Fabian Pär Fabian Lagerkvist: 'Effimero come un papavero piegato'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Pär Fabian Lagerkvist: 'Effimero come un papavero piegato'

Stampa PDF
Pär Fabian Lagerkvist

Effimero come un papavero piegato



Effimero come un papavero piegato dalle vesti di un viandante,
di un ignoto viandante
con una meta ignota.

Chi sono io?

Come l'arco di un filo d'erba nel vento.
Quando di nuovo si raddrizza, non è accaduto nulla,
nulla di nulla.

Ma chi è lui, il viandante?
Lui non effimero al par di me.
Io domando. Ma come potrebbe egli spiegarmelo?

Ogni cosa mi è incomprensibile
in questa fitta scrittura di stelle.


(da 'Il paese della sera', 1953 – Traduzione di G. A. De Toni)


[ FONTE ]


Pär Fabian Lagerkvist (Växjö, 23 maggio 1891 – Stoccolma, 11 luglio 1974)

[ Poeta, scrittore e drammaturgo svedese. Nel 1951 vinse il premio Nobel per la Letteratura con la seguente motivazione: «Per il suo vigore artistico e per l'indipendenza del suo pensiero con cui cercò, nelle sue opere, di trovare risposte alle eterne domande che l'umanità affronta». ]


[ Premio Nobel 1951 ]


[ CLICCA QUI PER LEGGERE ALCUNE CITAZIONI DI PÄR FABIAN LAGERKVIST ]

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information