• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Lunedì 28 Nov 2022
You are here: Home Poesie d'Autore Anacreonte Anacreonte: 'Libagioni (Frammento 356)'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Anacreonte: 'Libagioni (Frammento 356)'

Stampa PDF

Anacreonte

Libagioni (Frammento 356)



Suvvia dunque,
portaci un orcio, ragazzo,
di modo che beva d'un fiato,
versando dieci parti d'acqua e dieci di vino,
affinchè di nuovo io possa baccheggiare sfrenatamente.
Suvvia, di nuovo non più così con chiasso e urla
pratichiamo la bevuta sciitica,
ma sorseggiando fra canti leggiadri.


Anacreonte (in greco: 'Ανακρέων, Anakréon) (Teo, 570 a.C. circa – 485 a.C. circa)

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information