• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Sabato 16 Ott 2021
You are here: Home Poesie d'Autore Burkart, Erika Erika Burkart: 'Vento'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Erika Burkart: 'Vento'

Stampa PDF

Erika Burkart

Vento



Nomade venuto da lontano, ignaro di noi,
il vento, l'elemento a me più estraneo,
finché il flutto si placa nell'onda.
Un tempo, al momento dell'alta marea,
quale abbaglio sulla soglia;
pareva invalicabile; all'interno
lo spazio il mondo.
Tu m'hai amata,
io ti ho amato –
amore: polvere che volteggia su di noi
nel chiarore del giugno, quando verdi colline e cielo alto
ci offrono
quello che noi non cogliamo.

Non mancata l'ora,
in cui riposa la mia memoria,
si congela, si acceca, si risveglia,
sa vedere la quotidianità del dì e della notte,
elementare
sotto il tuo respiro, o nomade.
Anche quando ti scateni
in folate di grandine
ti volano incontro gli uccelli del mattino.


(da 'Movimento lento', 2002 - Traduzione di Nino Muzzi)


[ FONTE ]


Erika Burkart (Aarau, 8 febbraio 1922 – Muri, 14 aprile 2010)

[ Poetessa e scrittrice svizzera. Attenta osservatrice della natura, dal suo eremo di Haus Kapf a Murimoos coglieva gli elementi naturali per filarli in un tessuto di pensieri e visioni metafisiche. ]

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information