• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Martedì 19 Ott 2021
You are here: Home Citazioni Zagajewski, Adam Adam Zagajewski: 'Infanzia'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Adam Zagajewski: 'Infanzia'

Stampa PDF

Adam Zagajewski

Infanzia



Give me my childhood again
John Burnside


Ridatemi la mia infanzia,
quella repubblica di passeri garruli,
le smisurate selve di ortiche
e il pianto notturno del timido allocco.
La nostra strada vuota di domenica,
il rosso neogotico delle chiese
che non ispirava i mistici,
le bardane sussurranti in tedesco
e la confessione dell'alcolizzato
presso l'altare della parete bianca,
e le pietre, e la pioggia, e le pozzanghere
in cui sfavillava l'oro.
Adesso, ormai, saprei sicuramente
come essere bambino, saprei
come guardare gli alberi coperti di brina,
come vivere immobilmente.


(da 'Il "fuoco eracliteo" nel giardino d'inverno', Raffaelli Editore, 2017 - Traduzione di Marco Bruno)


[ FONTE ]


Adam Zagajewski (Leopoli, 21 giugno 1945 – Cracovia, 21 marzo 2021)

[ Poeta, scrittore e saggista polacco. Esordì nel 1972 con "Komunikat ". Nel 1976 aderì al Comitato per la Difesa degli Operai e la dittatura comunista gli impedì di pubblicare. Cominciò allora il suo esilio a Houston e Parigi. Tornò a risiedere a Cracovia nel 2002. ]


[ CLICCA QUI PER LEGGERE ALCUNE CITAZIONI DI ADAM ZAGAJEWSKI ]

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information