• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Mercoledì 27 Gen 2021
You are here: Home Poesie d'Autore Juaristi, Jon Jon Juaristi: 'Camera d'autunno'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Jon Juaristi: 'Camera d'autunno'

Stampa PDF

Jon Juaristi

Camera d'autunno



È qui l'autunno, con la sua voce di cenere,
a sconfortare i sogni, a coprire di foglie
immagini spezzate che il cuore conosce.

Davanti casa piangono le canne sferzate
dal vento della notte, e sale fino alla mia stanza
l'odore inquietante della terra bagnata.

Conosco questo olezzo di carne tumefatta,
di desiderio impossibile: è la stagione della paura.
La vita rovina come una torre fragile.

Amore, un dio decrepito viaggia verso Vinograd.
Sento nella pioggia i suoi passi insicuri
e un bastone che colpisce gli alberi morti.


(da 'Diario di un poeta stanco da poco', 1985)


[ FONTE ]


Jon Juaristi Linacero (Bilbao, 6 marzo 1951)

[ Poeta, saggista e traduttore spagnolo. È stato direttore della Biblioteca Nazionale di Spagna tra il 2000 e il 2001 e dell'Istituto Cervantes dal 2001 al 2004. Partita dall'avanguardia del gruppo Pott, la sua poesia è influenzata da Miguel de Unamuno, Blas de Otero e Wystan Hugh Auden. ]

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information