• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Sabato 24 Ott 2020
You are here: Home Poesie d'Autore Sereni, Vittorio Vittorio Sereni: 'Piazza'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Vittorio Sereni: 'Piazza'

Stampa PDF
Vittorio Sereni

Piazza



Assorto nell'ombra che approssima e fa vana
questa che mi chiude d'una sera,
anche più vano
di questi specchi già ciechi,
io non so, giovinezza, sopportare
il tuo sguardo d'addio.

Ma della piazza, a mezza sera,
vince i deboli lumi
la falce d'aprile in ascesa.
Sei salva e già lunare?
Che trepida grazia
la tua figura che va.


(da 'Frontiera', Edizione di Corrente, 1941)


[ FONTE ]


Vittorio Sereni (Luino, 27 luglio 1913 – Milano, 10 febbraio 1983)

[ Poeta italiano, è il capostipite della variante lombarda del novecentismo poetico, detto "Linea Lombarda". Ufficiale di fanteria, viene fatto prigioniero dopo l'8 settembre 1943. Nel dopoguerra è direttore letterario di Mondadori e cura la prima edizione dei Meridiani. ]

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information