• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Martedì 26 Ott 2021
You are here: Home Poesie d'Autore Aleixandre, Vicente Vicente Aleixandre: 'Ancora'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Vicente Aleixandre: 'Ancora'

Stampa PDF

Vicente Aleixandre

Ancora



Bacio lieto, incurante colomba,
bianchezza tra le mani, sole o nube;
cuore che non si prova a volare perché basta
il calore, basta l'ala che vive labbra pettinano.

Si sente fuori il giorno, non esiste che amore.
Tu ed io in bocca sentiamo nato quel che non vive,
il bacio indistruttibile quando la bocca è ali,
ali che mentre gli occhi si chiudono ci soffocano,
mentre la luce d'oro è là dentro le palpebre.

Vieni, fuggiamo quieti come l'amore;
vita come il calore che è tutto il mondo solo,
la musica soave che trema sotto i piedi,
mondo che unico vola con la luce di un astro vivo,
come un corpo o due anime, come un ultimo uccello.


(da 'La distruzione o amore', 1935 – Traduzione di Francesco Tentori Montalto)


[ FONTE ]


Vicente Aleixandre (Siviglia, 26 aprile 1898 – Madrid, 13 dicembre 1984)

[ Poeta spagnolo della Generazione del '27, passò dall'iniziale Surrealismo a una visione antropocentrica. Fu insignito del Premio Nobel nel 1977. ]


[ Premio Nobel 1977 ]


[ CLICCA QUI PER LEGGERE ALCUNE CITAZIONI DI VICENTE ALEIXANDRE ]

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information