• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Venerdì 14 Dic 2018
You are here: Home Poesie d'Autore Scotellaro, Rocco Rocco Scotellaro: 'Ora che ti ho perduta'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Rocco Scotellaro: 'Ora che ti ho perduta'

Stampa PDF

Rocco Scotellaro

Ora che ti ho perduta



Ora che ti ho perduta come una pietra preziosa
so che non ti ho mai avuta né spina né rosa:
non stavi al fondo della cassa che sarebbe bastato
alzare panni e coperte per rivederti a posto
con pena e occhi incerti nella massa delle cose.
Ti portavo addosso con carte e matite e monete
e sapevo di perderti ma non come pietra preziosa,
credevo che tant'acqua poteva levarmi la sete.
Ora, che voglio fare?, guardare dove non c'eri
dove non sei dove non sarai con i tuoi occhi neri.

1953


(da 'È fatto giorno', Mondadori, 1954)


[ FONTE ]


Rocco Scotellaro (Tricarico, 19 aprile 1923 – Portici, 15 dicembre 1953)

[ Poeta, scrittore e politico italiano impegnato nella lotta per il miglioramento delle condizioni economiche e sociali dei contadini. La sua poesia è caratterizzata da da un'ambientazione pastorale serena, da un'armonia di immagini e visioni che esaltano la vita bucolica. ]

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information