• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Sabato 23 Set 2017
You are here: Home Poesie d'Autore Fortini, Franco Franco Fortini: 'Italia 1942'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Franco Fortini: 'Italia 1942'

Stampa PDF
Franco Fortini

Italia 1942



Ora m'accorgo d'amarti
Italia, di salutarti
Necessaria prigione.

Non per le vie dolenti, per le città
Rigate come visi umani
Non per la cenere di passione
Delle chiese, non per la voce
Dei tuoi libri lontani.

Ma per queste parole
Tessute di plebi, che battono
A martello nella mente,
Per questa pena presente
Che in te m'avvolge straniero.

Per questa mia lingua che dico
A gravi uomini ardenti avvenire
Liberi in fermo dolore compagni.
Ora non basta nemmeno morire
Per quel tuo vano nome antico.


(da 'Foglio di via e altri versi', Einaudi, 1946)


[ FONTE ]


Franco Fortini, pseudonimo di Franco Lattes (Firenze, 10 settembre 1917 – Milano, 28 novembre 1994)


[ CLICCA QUI PER LEGGERE ALCUNE CITAZIONI DI FRANCO FORTINI ]

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information