• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Mercoledì 01 Dic 2021
You are here: Home Poesie d'Autore Zambrano, María María Zambrano: 'L'acqua assorta'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

María Zambrano: 'L'acqua assorta'

Stampa PDF

María Zambrano

L'acqua assorta



per Edison Simons


L'acqua assorta
pensa o sogna?
L'albero che si piega cercando le sue radici,
l'orizzonte,
il fuoco intatto,
si pensano o si sognano?
Il marmo fu mai uccello?
L'oro fiamma?
Il vetro aria o lacrima?
Piangono il respiro perduto?
Forse sono la memoria di se stessi
e rinchiusi si contemplano per sempre?
Se tu ti guardi, cosa resta?


(da 'L'acqua assorta', 2001)


[ FONTE ]


María Zambrano (Vélez-Málaga, 22 aprile 1904 – Madrid, 6 febbraio 1991)


[ Premio Miguel de Cervantes 1988 ]


[ CLICCA QUI PER LEGGERE ALCUNE CITAZIONI DI MARÍA ZAMBRANO ]

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information