• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Martedì 04 Ago 2020
You are here: Home Poesie d'Autore Negri, Ada Ada Negri: 'Notte di Capri'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Ada Negri: 'Notte di Capri'

Stampa PDF

Ada Negri

Notte di Capri



Così basse le stelle sul capo, che par mi vogliano incoronare.
Se alzassi a pena - per gioco - la mano, forse le potrei toccare.
Ma non ho forza d'alzar la mano: l'aria sa troppo di rose bianche.
Rose e stelle si guardano, fisse, con occhi immensi di donne stanche.
C'è così poco fra loro: un po' d'aria: solo un po' d'aria; e non posson baciarsi.
C'è così poco fra me e te: un po' d’aria: solo un po' d'aria; e non posso baciarti.
Tu sei nascosto; ma la tua vita chiama nell'ombra i miei sensi veglianti.
Il mare è nascosto; ma il suo respiro empie la notte di tutti i miei pianti.


(da 'I canti dell'isola', Mondadori, 1924)


[ FONTE ]


Ada Negri (Lodi, 3 febbraio 1870 – Milano, 11 gennaio 1945)

Boris Leonidovič Pasternak (in russo: Борис Леонидович Пастернак) (Mosca, 10 febbraio 1890 – Peredelkino, 30 maggio 1960)

[ Poetessa e scrittrice italiana proveniente dalle classi operaie, insegnante a Motta Visconti, predilesse tematiche a sfondo sociale, su cui con il tempo prevalsero i sentimenti e il ricordo. Unica donna ammessa all'Accademia d'Italia, fu candidata due volte al Nobel. ]

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information