• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Martedì 19 Feb 2019
You are here: Home
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Nikifòros Vrettàkos: 'Domenica'

Stampa PDF

Nikifòros Vrettàkos

Domenica



Ero vestito bene oggi.
Sono uscito la mattina in città,
fasciato della tua anima. Ero perfino bello.
Mi ero lavato ieri sera con la
musica della tua voce -
Tenevo
in mano la penna e dove
trovavo sole immergevo la punta
e scrivevo versi.


(da 'L'abisso del mondo', 1961 - Traduzione di Gilda Tentorio)


[ FONTE ]


Nikifòros Vrettàkos, o Nikiforos Vrettakos (in greco: Νικηϕόρος Βρεττάκος) (Krokeès, Laconia, 1 gennaio 1912 - Atene, 4 agosto 1991)

[ Poeta e scrittore greco. Partito per Atene alla scoperta del mondo, ne fu deluso. Prese parte in prima linea alla Seconda Guerra Mondiale e alla resistenza. Espulso dal Partito Comunista per il suo umanesimo di pace, visse in esilio la dittatura dei colonnelli. Tra le sue opere: "Le smorfie dell'uomo " (1940), "L'abisso del mondo " (1961), "Itinerario " (1972), "Protesta " (1974), "Eliotropio pomeridiano " (1977), "La filosofia dei fiori " (1988). ]


[ CLICCA QUI PER LEGGERE ALCUNE CITAZIONI DI NIKIFÒROS VRETTÀKOS ]

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information