• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Domenica 17 Ott 2021
You are here: Home Poesie d'Autore Clampitt, Amy Amy Clampitt: 'Le erbe'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Amy Clampitt: 'Le erbe'

Stampa PDF

Amy Clampitt

Le erbe



Ondulante attraverso i pendii
una vernice di viola
giorno per giorno arriva a smorzare
il verde, mentre le erbe

i cui nomi non ho mai imparato -
innumerevoli, profetici,
transitori - mettono in scena una fioritura
così multiforme che viene notata

a malapena: le avene crescono alte,
i loro caschi pendenti carichi
di cumuli di mica, esaminati stelo
a stelo, rivelano

leghe così svariate, smaltature
di un vermeil così
privo d'arte, sto per disperare di
mettere mai le redini a

una metafora: anche ogni bruttina
punta di cono di una plebea
piantaggine da marciapiede
merita un'aureola, un serafico

nastro di garanzia che
il morire, per
gli illetterati, i massificatamente,
fondamentalmente bassi,

è senza significato, è niente
se non la fioritura
col suo sciame di rassicurazioni d'una
resurrezione ancora.


("Grasses", da 'Westward', 1990 - Traduzione di Todd Portnowitz)


[ FONTE ]


Amy Clampitt (15 giugno 1920 – 10 settembre 1994)

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information