• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Lunedì 18 Nov 2019
You are here: Home Recensioni & Articoli L'Unione Sarda (giovedì 26 febbraio 2009, pag.21)
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

L'Unione Sarda (giovedì 26 febbraio 2009, pag.21)

Stampa PDF
Nuoro
Oliena. Poesie di Claudio Malune
Nuovi versi ispirati alle suggestioni del monte Corrasi
(Giovedì 26 febbraio 2009, pag.21)


Il Corrasi come il monte Parnaso, dimora delle Muse in epoca classica. Così appare a un giovane poeta olianese, Claudio Malune, che celebra la natura del suo territorio come nel IV secolo a.C. faceva Teocrito, inventore della poesia bucolica ellenistica. Lui, però, non ha fatto studi classici. Anzi, ha frequentato l'istituto agrario e fa un lavoro che con la sua formazione e con la letteratura non ha niente a che fare: il ragioniere in un'azienda alimentare. Mentre i suoi coetanei coltivano hobby “moderni”, lui crea la sua poesia, non avanguardista o futurista, come secoli di storia imporrebbero nella disincantata attualità che bada più al cervello che al cuore, all'utile più che al sentimento. «La poesia di Claudio Malune è un inno alla natura - scrive Marina Paola Sambusseti, nella prefazione alla raccolta di poesie “La verla mi sedusse corteggiandomi nel roveto” - come fonte inesauribile di ispirazione, somma di elementi che meglio di qualsiasi altro dato reale possono personificare i sentimenti e i desideri, le memorie, i sogni e le impressioni di un Io lirico in continuo divenire». A 28 anni Claudio è già al suo quarto libro: nel 2006 ha autoprodotto la raccolta “Il profumo dell'olio dei pini”, stampata in una tipografia olianese. L'antropologa Dolores Turchi nella prefazione scrive: «Proprio per la sua giovane età e per l'irruenza dei suoi versi rivela una forza poetica non facilmente riscontrabile nei giovani d'oggi, immersi in un mondo d'immagini che poco spazio lasciano al sentimento». I disegni della copertina e di alcune pagine sono opera di Marco Curreli, amico e compaesano del poeta. Nel 2007 esce la raccolta “La verla mi sedusse corteggiandomi nel roveto”, pubblicato dalla casa editrice “Il Filo” di Roma. L'autore costruisce parola dopo parola il suo personale “giardino sentimentale”, in cui ogni elemento è scelto con cura e i cicli delle stagioni rappresentano il ripetersi dell'esperienza. Sul sito www.ilmiolibro.it è stato invece pubblicato “Da qui si passa per amore della quintessenza”, un vero e proprio diario dell'inconscio che si confessa attraverso l'esperienza amorosa più pura. Una nuova produzione in versi uscirà nel 2009: descriverà le esperienze sentimentali del poeta e avrà il titolo “Vivo come sogno nel sonno dei tuoi occhi”. «Penso che se dovessi riportare i miei istinti all'esatto momento in cui collocare l'esplosione di tale fermento creativo - spiega il poeta - direi con certezza che quel momento è impresso nel miracolo materno della mia nascita».


M. BONARIA DI GAETANO


# Leggi l'articolo dal Web



Foto: Il quotidiano 'L'Unione Sarda' pubblica un articolo sulle mie poesie, il 26 febbraio 2009

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information