• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Venerdì 22 Ott 2021
You are here: Home Citazioni Richter, Emma Villazón Emma Villazón Richter: 'Un orizzonte: una mano'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Emma Villazón Richter: 'Un orizzonte: una mano'

Stampa PDF

Emma Villazón Richter

Un orizzonte: una mano



Di tepore in tepore
la famiglia affonda
si rompe al di là di se stessa
al di là del no e degli alberi
cumulo dopo cumulo
di cartografie macchie foglie
la babele di un gomitolo torreggiante
risulta sogno polvere di ansie
di permanenza impossibile solo spigoli
segreto dopo segreto (nella bocca)
con strappi tensione piroette
sorge improvviso un orizzonte (freddo) una
mano (pesce) che entra oscena qui
dove dice proibito volare (disperdere) le cime
di parole (iceberg, cieli, campi di grano; iceberg) che attraversi
notte dopo notte (infelice)
lei circola (regina) (sporca) zoppa
tra rottura e nuoto

Nota: Chi parla qui? Nemmeno l'autrice lo sa.


[ FONTE ]


Emma Villazón Richter (Santa Cruz, 1983 – El Alto, 19 agosto 2015)


[ CLICCA QUI PER LEGGERE ALCUNE CITAZIONI DI EMMA VILLAZÓN RICHTER ]

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information