• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Giovedì 25 Lug 2024
You are here: Home Poesie d'Autore Pacheco, José Emilio José Emilio Pacheco: 'Critica della poesia'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

José Emilio Pacheco: 'Critica della poesia'

Stampa PDF

José Emilio Pacheco

Critica della poesia



Qui c'è la stessa pioggia sulla sterpaglia incolta.
Il sale, il mare sfatto...
Si cancella il passato, si scrive dopo:
Il mare convesso, le sue migrazioni,
le abitudini radicate,
è servito già a scrivere mille poesie.

(La cagna infetta, la poesia rognosa,
risibile varietà della nevrosi,
prezzo che alcuni pagano
per non saper vivere.
La dolce, eterna, luminosa poesia).

Forse non è tempo ancora.
La nostra epoca
ci permette di parlare da soli.


(da 'No preguntes cómo pasa el tiempo', 1969)


[ FONTE ]


José Emilio Pacheco Berny (Città del Messico, 30 giugno 1939 – Città del Messico, 26 gennaio 2014)

[ Poeta, scrittore, saggista e traduttore messicano. Fu parte integrante della "Generazione dei '50". La sua poesia concentra l'attenzione sulla storia, sulla ciclicità del tempo, sull'universo dell'infanzia e sulla vita nel mondo moderno. ]


[ Premio Miguel de Cervantes 2009 ]


[ CLICCA QUI PER LEGGERE ALCUNE CITAZIONI DI JOSÉ EMILIO PACHECO ]

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information