• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Mercoledì 12 Ago 2020
You are here: Home Poesie d'Autore Zamora, Daisy Daisy Zamora: 'Fiabe'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Daisy Zamora: 'Fiabe'

Stampa PDF

Daisy Zamora

Fiabe



Biancaneve rifiutò di fare la serva ai nani,
e non le permisero di entrare in casa.
Cenerentola denunciò per maltrattamenti la sua matrigna.
Senza fucile non entro nel bosco, disse Cappuccetto,
dopo che il lupo la seguì per la prima volta.
(La nonna non ha mai aperto la porta senza prima guardare).
Pelle d'Asino osò denunciare l'incesto di suo padre.
La Sirenetta non morì d'amore. Nemmeno si illuse
che un principe l'avrebbe sposata.
Quando la Bella incontrò la Bestia, lo amò com’era,
senza aspettare qualche tipo di miracolo.
Riccioli d'Oro non provò neppure ad assaggiare la minestra;
gli orsi l'avrebbero divorata all'istante.
La Principessa sul Pisello non accettò di dormire
sopra tanti materassi, e gridò che se dubitavano
del suo lignaggio, andassero tutti all'inferno.
Alice non viaggiò mai nel Paese delle Meraviglie
e la Bella Addormentata si coricò, annoiata,
perché non le permettevano mai di fare quello che voleva.
Queste sono le fiabe, figlia mia.
La vita si incaricherà di raccontartele.


(da 'A cada quién la vida', 1993)


[ FONTE ]


Daisy Zamora (Managua, 20 giugno 1950)

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information