• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Giovedì 28 Ott 2021
You are here: Home Poesie d'Autore González, Ángel Ángel González: 'Sono Bartók di tutto'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Ángel González: 'Sono Bartók di tutto'

Stampa PDF

Ángel González

Sono Bartók di tutto



Sono Bartók di tutto,
Béla
Bartók del violino che mi rincorre,
delle sue finte precise,
delle viole sinuose,
dell'insidia che tende l'oboe,
della pesantezza ammonitoria del fagotto,
della furia del vento,
del profondo crepitare del legno.
Risuona Béla in tutto Bartók: ho
paura.
La musica
ha occupato la mia casa.
Per quel che sento,
può essere pericolosa.
Mandatela fuori.


[ FONTE ]


Ángel González Muñiz (Oviedo, 6 settembre 1925 – Madrid, 12 gennaio 2008)

[ Poeta spagnolo della "Generazione del '50". Premio Principe delle Asturie nel 1985 e Premio Regina Sofia nel 1996. La sua opera mescola intimismo e poesia sociale con un tocco ironico. Il passare del tempo, l'amore e la civilizzazione sono i suoi temi ricorrenti, giocati su toni di un'ottimistica malinconia. ]


[ CLICCA QUI PER LEGGERE ALCUNE CITAZIONI DI ÁNGEL GONZÁLES ]

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information