• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Domenica 07 Giu 2020
You are here: Home Video - Poesie Fortini, Franco Franco Fortini: 'Per l'ultimo dell'anno 1975'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Franco Fortini: 'Per l'ultimo dell'anno 1975'

Stampa PDF
Franco Fortini

Per l'ultimo dell'anno 1975



ad Andrea Zanzotto


Come nel buio si ritrae lento,
Andrea, questo anno già da sé diviso.
Ora nel vischio del suo fiele intriso
starà così per sempre dunque spento.

Ma quel che in noi di anno in anno è deriso
o incompiuto e deforme non lamento:
se uno è vinto e un altro è stato ucciso,
uno ha durato contro lo sgomento.

Qui stiamo a udire la sentenza. E non
ci sarà, lo sappiamo, una sentenza.
A uno a uno siamo in noi giù volti.

Quanto sei bella, giglio di Saron,
Gerusalemme che ci avrai raccolti.
Quanto lucente la tua inesistenza.


(da 'Paesaggio con serpente', Poesie 1973-1983, Einaudi, 1984)


[ FONTE ]


Franco Fortini, nato Franco Lattes (Firenze, 10 settembre 1917 – Milano, 28 novembre 1994)

[ Poeta, critico letterario, saggista e intellettuale italiano. La sua poesia è testimonianza anche ideologica delle lotte di classe del primo dopoguerra, voce progressista e coscienza critica del fallimento degli ideali. ]


[ CLICCA QUI PER LEGGERE ALCUNE CITAZIONI DI FRANCO FORTINI ]

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information