• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Lunedì 26 Ott 2020
You are here: Home Poesie d'Autore Pozzi, Antonia Antonia Pozzi: 'Pausa'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Antonia Pozzi: 'Pausa'

Stampa PDF

Antonia Pozzi

Pausa



Mi pareva che questa giornata
senza te
dovesse essere inquieta,
oscura. Invece è colma
di una strana dolcezza, che s'allarga
attraverso le ore –
forse com'è la terra
dopo uno scroscio,
che resta sola nel silenzio a bersi
l'acqua caduta
e a poco a poco
nelle più fonde vene se ne sente
penetrata.

La gioia che ieri fu angoscia,
tempesta –
ora ritorna a brevi
tonfi sul cuore,
come un mare placato:
al mite sole riapparso brillano,
candidi doni,
le conchiglie che l'onda
lasciò sul lido.

7 dicembre 1934


(da 'Parole', Mondadori, 1939)


[ FONTE ]


Antonia Pozzi (Milano, 13 febbraio 1912 – Milano, 3 dicembre 1938)

[ Poetessa italiana. Laureatasi in Filologia con una tesi su Gustave Flaubert, si tolse la vita dopo una contrastata storia d'amore. Il suo diario poetico "Parole " fu pubblicato postumo, nel 1939: composto a partire dai diciassette anni, riflette un'amara e inquieta sensibilità in cui si avverte l'influsso della lirica di Rainer Maria Rilke. ]


[ CLICCA QUI PER LEGGERE ALCUNE CITAZIONI DI ANTONIA POZZI ]

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information