• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Lunedì 28 Nov 2022
You are here: Home Poesie d'Autore Gianelli, Giulio Giulio Gianelli: 'Stigmate'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Giulio Gianelli: 'Stigmate'

Stampa PDF

Giulio Gianelli

Stigmate



Questa ruga, che tristezza!
questa mia precoce ruga!
Par un segno di confine,
giovinezza!
Par l'aculeo d'un serto,
che s'annunzia, di spine.
Pare un taglio così fine,
ma s'addentra così forte!
È una stigmate di morte.
Morir? Presto!
tra le vampe del mio sogno:
cuore ed anima, inesausti,
dar, ma subito,
pura essenza d'olocausti.
Oltre gli uomini, oltre il fato,
questo invoco
mio precoce noviziato
nella bianca eternità!
poesia, baci di fuoco
dammi in fronte...
ch'io non arda a poco a poco!


[ FONTE ]


Giulio Gianelli (Torino, 7 ottobre 1879 – Roma, 27 giugno 1914)


[ CLICCA QUI PER LEGGERE ALCUNE CITAZIONI DI GIULIO GIANELLI ]

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information