• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Domenica 28 Nov 2021
You are here: Home Opere L'Esistenzialismo romantico nella solitudine.. Giulio Gianelli: 'Val Salice'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Giulio Gianelli: 'Val Salice'

Stampa PDF

Giulio Gianelli

Val Salice



Autunno, sì gentil melanconia
ricevo dai tuoi ultimi tesori,
che questa valle che tu baci e indori
luogo d'eternità parmi che sia;

dove, a chi giunge dopo lunga via,
odo cantar da un angelo tra i fiori:
«Ecco alfine la patria, esuli cuori,
cessate il pianto della nostalgia».

Vedo, qua e là, delinearsi forme
dal non vivere fatte più leggiadre,
che senza suono avanzano e senz'orme,

ciascuna avvolta nel suo proprio nimbo
di moriente sol... Io, come un bimbo,
con immenso desìo cerco mia madre.


[ FONTE ]


Giulio Gianelli (Torino, 7 ottobre 1879 – Roma, 27 giugno 1914)


[ CLICCA QUI PER LEGGERE ALCUNE CITAZIONI DI GIULIO GIANELLI ]

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information