• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Venerdì 22 Ott 2021
You are here: Home Poesie d'Autore Belli, Giuseppe Gioachino Giuseppe Gioachino Belli: 'Le cappelle papale'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Giuseppe Gioachino Belli: 'Le cappelle papale'

Stampa PDF

Giuseppe Gioachino Belli

Le cappelle papale



La cappella papale ch'è ssuccessa
domenica passata a la Sistina,
pe tutta la quaresima è ll'istessa
com'è stata domenic'a mmatina.

Sempre er Papa viè ffora in portantina:
sempre quarche Eminenza canta messa;
e cquello che ppiú a ttutti j'interressa
sc'è ssempre la su' predica latina.

Li Cardinali sce stanno ariccorti
cor barbozzo inchiodato sur breviario
com'e ttanti cadaveri de morti.

E nun ve danno ppiú sseggno de vita
sin che nun je s'accosta er caudatario
a ddijje: «Eminentissimo, è ffinita».

14 aprile 1835


(da 'Sonetti romaneschi', XIX secolo - Sonetto n° 1516 dell'edizione Vigolo)


[ FONTE ]



[ ASCOLTA LA POESIA RECITATA DA ALBERTO ANGRISANO ]



Giuseppe Francesco Antonio Maria Gioachino Raimondo Belli (Roma, 7 settembre 1791 – Roma, 21 dicembre 1863)

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information