• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Martedì 19 Ott 2021
You are here: Home Poesie d'Autore Petrarca, Francesco Francesco Petrarca: 'La vita fugge e non s'arresta un'ora'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Francesco Petrarca: 'La vita fugge e non s'arresta un'ora'

Stampa PDF

Francesco Petrarca

La vita fugge e non s'arresta un'ora



La vita fugge e non s'arresta un'ora,
e la morte vien dietro a gran giornate,
e le cose presenti e le passate
mi danno guerra, e le future ancora;

e il rimembrare e l'aspettar m'accora,
or quinci or quindi, sì che in veritate,
se non ch'io ho di me stesso pietate,
io sarei già di questi pensier fòra.

Tornami avanti, s'alcun dolce mai
ebbe il cor tristo; e poi da l'altra parte
veggio al mio navigar turbati i venti;

veggio fortuna in porto, e stanco omai
il mio nocchiero, e rotte àrbore e sarte,
e i lumi bei, che mirar soglio, spenti.


(Testo del sonetto 272, 1353-1356, del 'Canzoniere' - 1ª edizione originale: tra il 1336 e il 1374)


[ FONTE ]


Francesco Petrarca (Arezzo, 20 luglio 1304 – Arquà, 19 luglio 1374)


[ CLICCA QUI PER LEGGERE ALCUNE CITAZIONI DI FRANCESCO PETRARCA ]

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information