• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Sabato 27 Nov 2021
You are here: Home Poesie d'Autore Sbarbaro, Camillo Camillo Sbarbaro: 'Ora che sei venuta'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Camillo Sbarbaro: 'Ora che sei venuta'

Stampa PDF
Camillo Sbarbaro

Ora che sei venuta



Ora che sei venuta,
che con passo di danza sei entrata
nella mia vita
quasi folata in una stanza chiusa -
a festeggiarti, bene tanto atteso,
le parole mi mancano e la voce
e tacerti vicino già mi basta.
Il pigolìo così che assorda il bosco
al nascere dell'alba, ammutolisce,
quando sull'orizzonte balza il sole.

Ma te la mia inquietudine cercava
quando ragazzo
nella notte d'estate mi facevo
alla finestra come soffocato:
che non sapevo, m'affannava il cuore.
E tutte tue son le parole
che, come l'acqua all'orlo che trabocca,
alla bocca venivano da sole,
l'ore deserte, quando s'avanzavan
puerilmente le mie labbra d'uomo
da sé, per desiderio di baciare...


(da 'Pianissimo', Libreria della Voce, 1914)


[ FONTE ]


Camillo Sbarbaro (Santa Margherita Ligure, 12 gennaio 1888 – Savona, 31 ottobre 1967)

[ Poeta, scrittore, aforista e lichenologo italiano. Nelle sue poesie seppe coniugare un'osservazione della natura e un'analisi anche introspettiva della psicologia umana con uno stile secco e acuto. ]


[ CLICCA QUI PER LEGGERE ALCUNE CITAZIONI DI CAMILLO SBARBARO ]

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information