• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Mercoledì 12 Ago 2020
You are here: Home Poesie d'Autore Zagajewski, Adam Adam Zagajewski: 'Zone di silenzio'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Adam Zagajewski: 'Zone di silenzio'

Stampa PDF

Adam Zagajewski

Zone di silenzio



L'esuberanza del mondo
ci lascia spesso impotenti,
non siamo in grado di distinguere
che pochi frammenti,
piccoli brandelli.
Lo stesso capita
quando ci soffermiamo davanti a una tela,
a un quadro esposto in un museo:
dobbiamo allontanarci qualche passo
per abbracciarlo tutto.
La solitudine sono proprio
questi pochi passi di distanza.
Ci sono due ricchezze,
due forze molto simili,
per quanto completamente distinte.
Una è immanente al mondo
e all'uomo che agisce,
combatte e ama.
Il suo creatore è Dio.
L'altra si esprime attraverso dipinti,
libri, musica o film,
ed è un'eco della prima.
Il suo creatore è l'uomo.
La solitudine è la zona di silenzio
che c'è tra questi due frastuoni.


(da 'Solidarność i samotność', 1986)


[ FONTE ]


Adam Zagajewski (Leopoli, 21 giugno 1945)

[ Poeta, scrittore e saggista polacco. Esordì nel 1972 con "Komunikat ". Nel 1976 aderì al Comitato per la Difesa degli Operai e la dittatura comunista gli impedì di pubblicare. Cominciò allora il suo esilio a Houston e Parigi. Tornò a risiedere a Cracovia nel 2002. ]


[ CLICCA QUI PER LEGGERE ALCUNE CITAZIONI DI ADAM ZAGAJEWSKI ]

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information