• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Martedì 29 Set 2020
You are here: Home Poesie d'Autore Quasimodo, Salvatore Salvatore Quasimodo: 'Alle fronde dei salici'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Salvatore Quasimodo: 'Alle fronde dei salici'

Stampa PDF

Salvatore Quasimodo

Alle fronde dei salici



E come potevamo noi cantare
Con il piede straniero sopra il cuore,
fra i morti abbandonati nelle piazze
sull'erba dura di ghiaccio, al lamento
d'agnello dei fanciulli, all'urlo nero
della madre che andava incontro al figlio
crocifisso sul palo del telegrafo?
Alle fronde dei salici, per voto,
anche le nostre cetre erano appese,
oscillavano lievi al triste vento.


Salvatore Quasimodo (Modica, 20 agosto 1901 – Napoli, 14 giugno 1968)


[ Premio Nobel 1959 ]


[ CLICCA QUI PER LEGGERE ALCUNE CITAZIONI DI SALVATORE QUASIMODO ]

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information