• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Sabato 16 Ott 2021
You are here: Home Poesie d'Autore Puškin, Aleksandr Aleksandr Puškin: 'A ***'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Aleksandr Puškin: 'A ***'

Stampa PDF

Aleksandr Puškin

A ***



Ricordo il magico istante:
davanti m'eri apparsa tu,
come fuggevole visione,
genio di limpida beltà.

Nei disperati miei tormenti,
nel chiasso delle vanità,
tenera udivo la tua voce,
sognavo i cari lineamenti.

Anni trascorsero. Bufere
gli antichi sogni poi travolsero,
scordai la tenera tua voce,
i tuoi sublimi lineamenti.

E in silenzio passavo i giorni
recluso nel vuoto grigiore,
senza più fede e ispirazione,
senza lacrime, né vita e amore.

Tornata è l'anima al risveglio:
e ancora mi sei apparsa tu,
come fuggevole visione,
genio di limpida beltà.

E nell'ebbrezza batte il cuore
e tutto in me risorge già -
e la fede e l'ispirazione
e la vita e lacrime e amore.


[ FONTE ]


Aleksandr Sergeevič Puškin, o Aleksandr Puskin (Mosca, 6 giugno 1799 – San Pietroburgo, 10 febbraio 1837)

[ Poeta, saggista, scrittore e drammaturgo russo, considerato fondatore della Letteratura russa contemporanea. Passò da un'iniziale fase Romantica ad una successiva di più accentuato Realismo, culminata nel romanzo "Evgénij Onégin ". Morì in duello, ucciso dal barone francese George D'Anthès. ]

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information