• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Venerdì 22 Ott 2021
You are here: Home Poesie d'Autore de Musset, Alfred Alfred de Musset: 'La visione'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Alfred de Musset: 'La visione'

Stampa PDF
Alfred de Musset

La visione



Dopo son io,
né degli uomini il maligno fato.

Quelli che amo, io ignoro
dove siano volti i passi loro su quel po' di fango ove viviamo.

Né demonio né spirito eletto io sono;
il mio nome hai tu detto quando m'hai chiamato fratello;
ovunque tu vai, sono ognora (sempre),
fino all'estrema tua ora, allorché siederò sul tuo avello (tomba).

Il ciel m'ha affidato il tuo cuore

Quando sarai nel dolore, vieni a me senza inquietudine;
io non sono da te mai lontano,
ma non posso toccarti la mano;
mi chiamo, o fratel, Solitudine.


Alfred Louis Charles de Musset-Pathay (Parigi, 11 dicembre 1810 – Parigi, 2 maggio 1857)

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information