• default style
  • blue style
  • green style
  • red style
  • orange style
Sabato 02 Lug 2022
You are here: Home Raccolte Poetiche L'oceano che ci abita (2016) Osip Mandel'štam: 'Quanto vorrei, oh quanto'
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Osip Mandel'štam: 'Quanto vorrei, oh quanto'

Stampa PDF

Osip Mandel'štam

Quanto vorrei, oh quanto



Quanto vorrei, oh quanto
– non visto, non sentito –
volare dietro a un raggio
là dove non esisto.

E tu nel cerchio irradia –
non c'è altra beatitudine –
e da una stella impara
che significa luce.

Ciò che ti voglio dire
è che sto bisbigliando
e sottovoce affido
te, mia bambina, a un raggio.

23 marzo – primi di maggio del 1937


(da 'Ottanta poesie', Einaudi, 2009 – Traduzione di Remo Faccani)


[ FONTE ]


Osip Ėmil'evič Mandel'štam, o Osip Mandel'stam (in russo Осип Эмильевич Мандельштам) (Varsavia, 15 gennaio 1891 – Vladivostok, 27 dicembre 1938)

[ Poeta, letterato e saggista russo. Prosatore e saggista, esponente di spicco dell'Acmeismo e vittima delle Grandi Purghe Staliniane: arrestato per una critica a Stalin e condannato ai lavori forzati in Siberia, morì nel campo di transito di Vladivostok. ]


[ CLICCA QUI PER LEGGERE ALCUNE CITAZIONI DI OSIP MANDEL'ŠTAM ]

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione proprio. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin” ed attribuibili a Facebook, Twitter, Pinterest, Google, etc. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante o chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie, in genere e nel sito e, sapere come disabilitarne l’uso, leggi l'Informativa sull’uso dei Cookie. Informativa Privacy e uso Cookie.

Accetto i Cookie da questo sito.

EU Cookie Information